Lead Nurturing: come “nutrire” i propri contatti e trovare nuovi clienti

Cosa si intende con Lead Nurturing

L’obiettivo di una strategia di Lead Generation non è il raggiungimento immediato di una vendita, ma la creazione di un bacino di utenti interessati ai nostri prodotti (ne abbiamo parlato qui). Una volta acquisiti i lead, infatti, è importante costruire rapporti solidi e guadagnare la fiducia degli utenti. In questo modo, riusciremo a proporre acquisti a un pubblico già reattivo e ben disposto.

Questa fase è definita Lead Nurturing e ha come finalità la “trasformazione” di un lead, cioè una persona o azienda potenzialmente interessata a un prodotto o servizio, in un prospect, cioè una persona realmente interessata. Ecco perché in questo passaggio è fondamentale dimostrare reattività e attenzione nei confronti dei propri contatti.

lead nurturing arredamento

Nutrire un pubblico e coltivare un legame

Per comprendere meglio il senso del Lead Nurturing è utile partire dall’etimologia stessa del termine: “nurturing” in inglese significa letteralmente “nutrire”, “coltivare” o ancora “aiutare nella crescita o nello sviluppo” qualcuno o qualcosa.

Da qui, si intuisce chiaramente come il concetto sia non solo legato alla vendita del prodotto in sé, ma anche alla costruzione e alla cura di un valore aggiunto: il legame. Infatti, uno degli obiettivi di questo approccio è portare alla nascita di unrapporto di fiducia tra l’azienda e i potenziali clienti, uno strumento decisivo all’interno di una strategia di marketing, anche a lungo termine.

Insomma, se riusciamo ad accompagnarlo in tutto il processo sin dalle prime fasi, l’utente si fiderà e si “affezionerà” a noi, e aumenteranno così le probabilità di convertirlo da lead a cliente.

Il ruolo di Designbest e i nostri suggerimenti per i rivenditori

I servizi di Designbest garantiscono la generazione di lead di valore.

I negozi presenti con gli Store Channel su Designbest conoscono già il Lead Manager che la piattaforma ha pensato e attivato specificatamente per il settore. La presenza sul sito, quindi, garantisce già ai rivenditori un elevato numero di lead di utenti interessati ai prodotti, grazie ai form di contatto presenti nelle aree di Outlet, Shop, Cataloghi e Store Channel.

In più, Designbest contribuisce alle strategie di Nurturing proponendo al database di contatti alcuni contenuti dedicati, come i post dei social in retargeting (gli utenti che hanno dimostrato interesse visualizzeranno nella Home Page di Facebook i post sponsorizzati di Designbest) e le Newsletter con diverse proposte provenienti da Outlet, Shop, Infocommerce.

lead nurturing designbest

Le strategie di Nurturing per chi riceve i lead.

Ormai lo abbiamo capito: ricevere lead è solo l’inizio del processo che ci porta a concludere le vendite. Per proseguire e sfruttare al meglio il servizio di Lead Generation, ecco un elenco di azioni utilissime che è bene inserire tra le abitudini della nostra attività:

  • Rispondere sempre alle richieste e in maniera tempestiva ed esaustiva. È importante mostrare da subito attenzione verso l’interlocutore, senza dimenticare di valorizzare il prodotto o il servizio offerto e di dare tutte le informazioni utili.
  • Tornare sui lead anche dopo la prima risposta. Di fronte a un riscontro positivo è chiaro che occorre proseguire nello scambio per soddisfare la richiesta, ma anche e soprattutto quando le reazioni sono apparentemente negative il nostro interesse verso il lead può fare la differenza. Per esempio: il cliente non ha più interagito? Possiamo riscrivergli e domandare il perché e magari proporre altri argomenti o altri prodotti. Anche se non si conclude un acquisto nell’immediato, il nostro contatto può diventare per lui un riferimento.
  • Considerare anche i lead apparentemente poco interessanti. Anche di fronte a richieste di prodotti che non tratto direttamente, o a richieste molto generiche, possiamo rispondere per intercettare l’utente e offrire consigli e proposte alternative. Anche in questo modo possiamo portare a casa un risultato.
  • Pianificare una strategia di retargeting e remarketing. In ogni momento il rivenditore ha accesso a una banca dati di nominativi su cui il negozio può (e deve) costruire una comunicazione dedicata. Non solo la mail in risposta alla richiesta, quindi, ma anche newsletter, post social, proposte e preventivi, attività mirate in base a ciò che viene fatto in negozio. Per esempio: carico delle nuove occasioni interessanti in Outlet o Shop, lo comunico ai miei lead tramite Newsletter.

Hai ancora qualche dubbio? Contatta l’After Sales di Designbest e ti aiuteremo a pianificare le tue strategie di Lead Nurturing

    Designbest al servizio dei negozi di arredamento